LittleBigPlanet, il videogame per PS3, ai confini tra gioco e social network

LittleBigPlanet logoForse non tutti conoscete LittleBigPlanet… è un videogioco per Play Station 3. Perché ve ne parlo su questo blog che non tratta di videogame? Perché sarebbe banale definire questo videogioco SOLO un videogioco! 😉
LittleBigPlanet permette molto di più e lo fa creando un’infinità di possibili livelli e schemi di gioco, grazie ad una community online di giocatori che, come me, non si limitano a giocare, ma creano e condividono nuovi livelli online. Come vogliamo definirlo…? Social gaming? Sta di fatto che l’intelligenza di questo titolo per PS3 permette divertimento assoluto da soli o in compagnia, tanto online, quanto offline… ma se deciderete di provare i livelli creati da altri giocatori, sarete a tutti gli effetti dentro un social network in 3D, inserito nel sistema PS3 ed al posto di mouse e tastiera (comunque utilizzabili con PS3), avrete il famoso joypad Play Station.

Sackboy - LittleBigPlanet

Il Sackboy è il personaggio del videogame. Questo pupazzo di pezza può essere vestito e agghindato con un'infinità di accessori. Per le ragazze non manca la Sackgirl, ovviamente!

Vediamo ora più in dettaglio di cosa si tratta.
LittleBigPlanet è un videogioco a piattaforme. È stato presentato il 7 marzo 2007, da Phil Harrison al “2007 Game Developers Conference” di San Francisco. L’azienda che l’ha prodotto e sviluppato è la britannica Media Molecule. Il gioco è pubblicato da Sony Computer Entertainment Europe.

Questo è un piccolo riassunto sulle modalità di gioco di LittleBigPlanet, da Wikipedia:

In LittleBigPlanet i giocatori controllano piccoli personaggi (chiamati “Sackboy” o “Sackgirl”, a seconda del loro aspetto), ognuno dei quali può saltare, spostare e afferrare oggetti. Il “Sackboy”, durante il gioco, potrà visitare il mondo di LittleBigPlanet, costituito da 7 capitoli della storia: I Giardini, La Savana, Il Matrimonio, Il Canyon, La Metropoli, Le Isolee I templi. (che comprenderà anche il boss finale, Il Collezionista). Nella storia sarà possibile raccogliere dei premi chiamati “bolle premio”, contenenti gli adesivi, gli oggetti, i vestiti e le musiche che potranno essere inseriti nei propri livelli personalizzati grazie al potente editor (vincitore di un premio per gli effetti gravitazionali) anche chiamato “La mia luna”, accessibile attraverso il Pod. LittleBigPlanet permette al giocatore di poter realizzare ciò che desidera: infatti la costruzione dei livelli è il punto di forza di questo originale titolo. Però, un altro importante punto di forza di questo gioco è anche l’effetto reale della gravità sugli oggetti, per il quale è stato molto apprezzato. [Wikipedia – LittleBigPlanet]

LittleBigPlanet copertina gioco

Copertina del box DVD Bluray per Play Station 3

Ecco il suo punto di forza: il giocatore crea ciò che vuole, come lo vuole.
Grazie ad un ottimo motore interno al gioco, si possono costruire i livelli su cui giocare. Intendo che l’utente può ideare esattamente gli ostacoli, i personaggi che incontrerà il Sackboy, i movimenti, le gravità, le ambientazioni e molto altro ancora! Per capirlo bisognerebbe provarlo per qualche ora! 😉

Una volta completata la costruzione del livello, il giocatore può condividere il tuo livello in un sistema condiviso. Ecco come un videogioco diventa a tutti gli effetti un social game! Prima si può giocare ai 50 livelli già inclusi nel gioco, poi si creano i propri livelli, li si condivide in rete o, se non si ha voglia di creare nulla si può giocare online con i livelli disegnati da altri giocatori come voi!
Funziona? Direi proprio di sì, visto che i livelli creati dagli utenti sono circa 2,3 milioni!!!
Una volta entrati nell’area social del gioco, si possono condividere i propri livelli, guardare e giocare con quelli altrui, giocare assieme ad altri giocatori, votare i livelli e collegare ad essi una sorta di tag, in base all’aggettivo che trovato più adatto al livello, come “noioso”, “verticale”, “stupendo”, “breve”, ecc.

Con questo sistema di condivisione online e di collaborazione tra giocatori, il gioco non finisce mai, perché avrete sempre nuovi schemi da giocare, con grafiche sempre nuove ed ostacoli sempre diversi da superare! Immaginatevi un Super Mario World, in 3D, con una grafica mozzafiato, con un numero tendente all’infinito di schemi di gioco, oggetti nascosti, colori, adesivi da trovare e nemici sempre diversi!
La longevità rende quindi questo gioco unico nel suo genere ed in grado di divertire e stupire anche a distanza di molto tempo dall’acquisto!

Verso fine anno uscirà anche LittleBigPlanet 2 (il video qui sopra è il trailer di presentazione), che promette di stupire ancora una volta i giocatori di tutto il mondo, con nuove grafiche, intelligenze artificiali più evolute, in grado di far creare al giocatore dei veri e propri giochi nel gioco… cioè, non per forza livelli lineari, ma qualsiasi genere di storia, ambientazione e complessità possa venire in mente.

L’unico limite? La vostra fantasia! :-)

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.