Web semantico e mood semantico – Il sentiment è la cosa più difficile da analizzare per un motore di ricerca

Liquida logo

Estrarre il mood dagli articoli online, cioè l'umore degli utenti non è una cosa facile! Liquida ha un ottimo strumento, integrato nel suo motore di ricerca.

Mentre mi trovo qui al master che sto seguendo a Milano, parlando del Web Semantico (detto anche Web 3.0), ho trovato un articolo interessante de LaStampa.it. È chiaro che il mood sia ad oggi la cosa più difficile da analizzare per un motore di ricerca, ma credo veramente che Liquida sappia fare bene il suo lavoro! Sapere quanto se ne parla di un argomento, è ormai facile, ma sapere il come se ne parla, senza la necessità di decine di persone pronte a leggersi tutti i post, lo è meno. Una volta si diceva “non importa come; basta che se ne parli”, oggi le cose stanno cambiando e le aziende sono sempre più attente a come si parla di loro online, tra articoli dei blogger e post sui social network.

La sfida è estrarre il sentiment dagli articoli dei blog, per analizzare poi il mood del blogger e dei relativi follower, comprendendo così la tendenza in rete su un prodotto. In Liquida questo è reso possibile grazie ad un filtro nella ricerca. A questa scrematura, è poi associato anche un filtro per la data di pubblicazione degli articoli.

Barra sentiment Liquida

La barra del sentiment di Liquida ci aiuta a filtrare i risultati della ricerca, permettendoci di estrarre i trend positivi o negativi sul termine cercato

In parole povere possiamo estrarne il sentiment e la tendenza. L’esempio più facile è la politica. Inserite voi stessi un nome di un esponente di governo o comunque di un politico italiano, per esempio; vedrete voi stessi come andavano le cose 1 anno fa e come se ne parla nell’ultimo mese.

Sulla colonna di destra, troverete uno strumento molto simile alla Wonder Wheel di Google, ovvero un pannello con i suggerimenti delle ricerche correlate al termine che voi avete cercato. Il vantaggio, rispetto alla Wonder Wheel, è che le ricerche correlate sono suddivise in tag, local, people e brand.

Per concludere, ritengo che Liquida sia ad oggi uno strumento molto interessante per chi deve analizzare il sentiment! Utile per i brand, agenzie di comunicazione, personaggi pubblici, ma anche per semplici analisi statistiche ai fini di comprendere ciò che gli altri dicono di noi, Liquida non è proprio il futuro Web 3.0, ma di certo ci mostra la direzione in cui Internet sta andando.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.