Nel 2010, negli States si investiranno 1,7 miliardi di dollari nell’advertising sui social network

Flowtown social network infografica

L'infografica di Flowtown mostra chiaramente la crescita costante e forte degli investimenti pubblicitari sui social network. Chiaramente si parla di Stati Uniti d'America. Per l'Italia la questione è più ridotta, anche a causa della differente tipologia industriale ed aziendale del nostro Bel Paese. Non tanto grosse aziende, quanto moltissime piccole e medie imprese, spesso presenti nel terziario.

Uno studio recente condotto da eMarketer ha permesso di stabilire che quest’anno negli Stati Uniti le aziende investiranno $ 1.700.000.000 nell’universo social.
Ma perché? Semplice. I social network, a differenza di altri canali Web, generano un traffico sense made, cioè sensibile e tarato sui reali interessi degli utenti. Non troverete uno a cui non interessa nulla di un cantante, iscriversi alla sua fan page. Ogni azione, di ogni utente, è basata sul valore imprescindibile della libera scelta. Automaticamente, lo spazio della pagina internet che l’utente sceglierà di visitare sarà di maggiore interesse per l’utente stesso e quindi di maggior valore per gli investitori di spazio pubblicitario; l’interesse è enfatizzato anche dal fatto che il carattere social permette di condividere emozioni, esperienze, interessi e passioni con utenti aventi interessi simili ai vostri. Pertanto l’advertising sui social permette di raggiungere un target specifico, ad una spesa contenuta.

Proiezioni Ad spending eMarketer USA

Proiezioni eMarketer 2009 - 2010 - 2011 per l'Ad spending nei social network nei soli USA.

La stima fatta da eMarketer mostra una significante crescita, rispetto alle proiezioni di inizio 2010. A gennaio si calcolava un investimento sui social, per l’anno 2010, pari a 1,3 miliardi di dollari, contro l’attuale stima di 1,7 miliardi! Ciò significa anche un aumento di circa il 20% rispetto agli investimenti del 2009.
Almeno la metà di questa spesa viene raccolta da Facebook, che nel luglio 2010 vi ricordo che ha raggiunto la vetta di 500 milioni di utenti! In controtendenza è invece la situazione di MySpace, che come ormai tutti sanno continua a perdere terreno: ben il 13% in meno di investimenti nell’advertising, rispetto al 2009.

Per farvi meglio un’idea di questa situazione, guardatevi l’infografica di Flowtown, che riassume perfettamente il trend che vi ho descritto a parole.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.