AR.Drone Parrot – Quando iPhone, augmented reality e scienza aeronautica si incontrano

AR.Drone Parrot logoCos’è un drone? Un drone (termine inglese) è un robot con limitate capacità decisionali, ma che può anche essere comandato a distanza come ad esempio i cosiddetti UAV (unmanned aerial vehicle), velivoli senza pilota utilizzati dalla coalizione internazionale in Iraq ed Afghanistan. Questi velivoli vengono utilizzati con scopi prettamente bellici di pattugliamento ed incursione aerea a corto, medio e lungo raggio. I droni possono essere pilotati a distanza o programmati per l’esecuzione di missioni di tipo semplice.

Perché vi parlo di drone su questo blog, di certo non di natura militare? Semplice! Un’azienda ha progettato un drone, con scopi ludici e non bellici, in grado di essere pilotato dal proprio dispositivo iPhone, iPad o iPod Touch!

AR.Drone interni

L'AR.Drone rivestito con la protezione da interni. Si possono notare le quattro eliche e la webcam frontale. Sotto la plastica della cabina, è nascosto l'hardware e la batteria.

L’azienda di cui vi parlo è la Parrot, leader mondiale nel settore delle periferiche senza fili per la telefonia mobile; è un’azienda innovativa e all’avanguardia fondata da Henri Seydoux nel 1994. La sua scommessa? Accompagnare l’ingresso del telefono cellulare nell’universo quotidiano, creando periferiche senza fili semplici da utilizzare e di qualità, per rendere più facile la vita di tutti i giorni. Parrot sviluppa la gamma più estesa del mercato di sistemi viva voce per auto o per le due ruote, nonché prodotti multimediali audio e video senza fili. Parrot, la cui sede è a Parigi, conta oggi 450 collaboratori in tutto il mondo, realizza l’85% delle vendite all’estero.

Tecnologia e funzionamento – Grazie al sistema Wi-Fi integrato di cui dispone, il Parrot AR.Drone può essere telecomandato utilizzando un iPhone, un iPod Touch o un iPad. Inizialmente progettato solo per iOS, la Parrot starebbe progettando le gestione del drone anche tramite altri smart device. Col vostro dispositivo Apple potete controllare a distanza questo quadricottero ipertecnologico.

AR.Drone esterni

La protezione da esterni rende più dinamico e rapido il volo, permettendo al drone di volare anche in condizioni di vento leggero. I colori della cabina, permettono il gioco multiplayer con l'augmented reality.

Un quadricottero è un elicottero dotato di quattro pale rotanti, disposte a quadrato. Come ogni elicottero, l’AR.Drone è in grado di andare avanti, indietro, fermarsi stabilmente in volo, salire e scendere di altitudine. Il dispositivo è dotato di due telecamere, una frontale e l’altra posta in posizione verticale, sotto il velivolo, per un controllo del suolo. Nel vostro monitor apparirà quindi la visuale da voi scelta, per permettervi una guida realistica, come se foste dentro alla cabina del drone. Grazie alla connessione Wi-Fi, è possibile il controllo video in remoto anche a diversi metri di distanza.

Lo sviluppo dell’AR.Drone Parrot ha richiesto oltre 4 anni di studi, ricerche e progetti e circa una ventina di brevetti depositati. La grossa novità è che per la prima volta un prodotto dedicato alla fascia consumer è composto da un quadricottero in fibre di carbonio e plastica ad alta resistenza, 4 motori brushless incorporati, un’unità inerziale con tecnologia MEMS (Micro-Electro-Mechanical Systems), in grado di combinare assieme i processi video con un software di pilotaggio automatico, garantendo così una guida estremamente intuitiva, per un velivolo radiocomandato mediante l’utilizzo di una App per iOS.

Plancia visuale dei comandi su iPhone

La plancia virtuale dei comandi presente nell'App per iPhone. Sono presenti la qualità del segnale WiFi ed il livello della batteria. Al centro è situato il pulsante di emergenza, per arrestare all'istante la rotazione delle pale. Nella parte inferiore sono presenti i due comandi di navigazione (pollice destro e sinistro) ed il pulsante di decollo e atterraggio verticale. Sulla sinistra troviamo il pulsante per i settaggi avanzati (come la sensibilità dell'accelerometro) e lo switch rapido dalla telecamere (frontale e verticale).

Il sistema WiFi integrato e lo streaming delle due webcam, rendono l’interazione uomo-macchina affascinante. Infine, ma non da meno, il software integrato per il processo delle immagini con l’augmented reality (realtà aumentata)! Sotto il drone, oltre la telecamera verticale dotata di sistema di ripresa a 60fps (frame per second), è collocato un altimetro ad ultrasuoni, in grado di comunicare all’AR.Drone ed al software del nostro iPhone la distanza da terra, per evitare schianti imprevisti. L’AR.Drone è dotato di due protezioni. Il drone è stato infatti progettato per l’uso sia in interni che in esterni. È possibile adattarlo a qualsiasi situazione di gioco utilizzando le due protezioni in dotazione. La protezione completa protegge l’AR.Drone dagli urti che si verificano durante le battaglie contro i nemici nascosti nelle stanze della casa. La protezione parziale, invece, essendo aerodinamica, consente un migliore controllo in esterni.


Augmented reality – il “giocattolino” permette un utilizzo avanzato delle ultimissime tecnologie presenti anche su iOS! La realtà aumentata, permette al nostro dispositivo Apple di mostrarci a monitor qualcosa che nella realtà non c’è. Esempi classici di realtà aumentata sono applicazioni turistiche, come quella tutta italiana prodotta da Fondazione Sistema Toscana, “Tuscany+“, in grado di mostrare al turista informazioni su un monumento o un palazzo, semplicemente inquadrandolo con la fotocamera del vostro iPhone. Il software dell’AR.Drone include funzioni di Augmented Reality quali il rilevamento di altri AR.Drone in volo, nonché il rilevamento e la localizzazione di segnali a terra e sulle pareti. Questo significa che le telecamere del nostro drone riconosceranno determinati adesivi a bande colorate. Quelli adesivi sono interpretati dal software come oggetti sensibili e riproducili a monitor nella realtà aumentata. Ciò vuol dire che praticamente gli sviluppatori di applicazioni per l’AR.Drone non ha limite alcuno, se non a propria fantasia e capacità informatica! Organizzando sfide in volo con altri AR.Drone, è possibile sparare virtualmente all’avversario. Sul vostro monitor potrete vedere la situazione punti, mentre piloterete il velivolo in casa o all’aperto!


Caratteristiche tecniche – L’AR.Drone può raggiungere i 5 m/s (18 km/h). Il suo peso è di 380 g con la protezione da esterni, mentre con quella da interni il peso sale a 420 g. Ahimè, unica nota dolente, con tanta tecnologia incorporata, quattro motori senza spazzole in grado di far ruotare le pale a 35.000 rpm, generando una potenza di 15 W, ed una batteria ai polimeri di litio da 11,1 V e 1000 mAh, il tempo di volo è assai ridotto: circa 12 minuti! Mentre i tempi di ricarica si aggirano attorno ai 90 minuti. Non posseggo il drone, ma credo che un oggetto simile meriterebbe un po’ più di sfogo, fuori dalla scatola! Chiaramente converrebbe comprare almeno una seconda batteria, per garantirsi una mezz’ora scarsa di gioco.

Dove acquistare il prodotto ed il suo costo – L’AR.Drone Parrot sarà disponibile dal 24 Settembre 2010, presso tutti i punti vendita Gamestop in Italia, al prezzo di € 299,00. Diciamo che la cifra non è proprio così ragionevole, considerando che si tratta sempre e solo di un giocattolo; è vero anche che dentro a questo giocattolo non vi sono solo motorini a batteria ed un’antenna come nelle vecchie e care automobiline radiocomandate!

Guardatevi i video inseriti nell’articolo e se non vi bastasse potete trovare a questo link il canale ufficiale dell’AR.Drone Parrot su YouTube, con tutte le dimostrazioni e spiegazioni ufficiali. Un ultimo apprezzamento va fatto alla comunicazione online della Parrot. Eccellente! Si possono trovare decine di video, con dimostrazioni, suggerimenti, istruzioni per imparare a volare, esempi di riparazione e sostituzione di tutte le parti del velivolo. Non tutte le aziende sanno usare con tanta intelligenza gli strumenti social che Internet mette gratuitamente a disposizione!

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.