Perché usiamo Facebook? Perché diventiamo fan di un brand? Comprendere le ragioni dei comportamenti dei propri clienti online è fondamentale.

Perché si diventa fan di un brand su Facebook infografica

Perché si diventa fan di un brand su Facebook? Pare che la risposta sia concentrata sui vantaggi economici (sconti, offerte, ecc.) piuttosto che sulla ricerca di informazioni aggiuntive, dialogo con l'azienda o approfondimenti su un prodotto specifico.

Qual è il social network più adatto al vostro business? Dipende sempre dalla tipologia del business e dalla conseguente profilazione del cliente. Di certo il primo social su cui si pensa sempre di entrare come azienda è Facebook. È il social network numero 1 al mondo e chiaramente la concentrazione di utenti è maggiore. Uno studio condotto dalla ExactTarget and CoTweet rivela come acquisire nuovi clienti su Facebook e cosa rende questo social network così diverso ed unico, rispetto alla concorrenza.

Ben il 40% degli utenti iscritti a Facebook accetta di iscriversi ad una fan page aziendale (I LIKE IT) per poter accedere a promozioni e sconti speciali; il 39% segue un’azienda per mostrare ai propri amici l’interesse verso quel brand; il 34% lo fa per tenersi aggiornato sulle ultime news. Solo il 13% lo fa aspettandosi un’interazione reale con l’azienda! Questo ci fa capire quanto ancora sia difficile pensare di poter generare un dialogo tra il cliente ed il brand. Da un lato il consumatore è pessimista o forse anche poco interessato ad interfacciarsi con un dialogo reale, ma spesso le aziende “educano” il cliente ad aspettarsi tutt’altro che del dialogo reale e sincero.

Ragioni dell'utilizzo di Facebook infografica

Stare in contatto con persone lontane, ritrovare i vecchi compagni di scuola o gli amici d'infanzia sembrano essere le ragioni principali, per cui gli utenti scelgano di registrarsi a Facebook. Quasi uno su tre gioca a Farmville o ad altro e solo il 15% lo usa per questioni lavorative.

Il concetto di “like” è ben diverso per la maggior parte dei consumatori da quello di interesse reale nel conoscere e sapere di più sull’azienda (eventi, manifestazioni, nuovi prodotti, ecc.). Il 70% di essi non ritiene di autorizzare l’azienda a riempirli di promozioni ed azioni di marketing, solo perché ha cliccato il tasto “I Like It”. Pensate che solo il 17% ritiene di essere più propenso all’acquisto di un prodotto di quel brand, solo per il fatto di esserne diventato fan su Facebook!

Alla domanda “perché siete su Facebook?”, il 63% ha dichiarato che lo trova utile per cercare amicizie di vecchia data o comunque per restare in contatto con amici e parenti che vivono lontano; solo il 15% lo fa per mantenere e coltivare i propri contatti di lavoro.
Il 30% del totale degli utenti Facebook e ben il 45% di coloro che si collegano quotidianamente dichiara di controllare le mail durante gli orari di scuola o di lavoro, mentre non fa lo stesso per verificare gli aggiornamenti su Facebook, optando per un aggiornamento in serata o durante i weekend. Nel complesso, il 65% degli utenti Facebook dichiara di loggarsi sul social network solo fuori dagli orari di scuola o lavoro ed il 69% lo usa durante i weekend e gli altri giorni di vacanza.

È perciò chiaro che durante i giorni di relax e negli orari extralavorativi le aziende dovrebbero spingere al massimo i propri investimenti nel social media marketing. A voi tutte le altre conclusioni possibili. Se vi interessa, vi suggerisco di scaricare l’intero studio svolto, cliccando sul link, in cima all’articolo.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.