Cosa guardate online al vostro risveglio? Facebook? Mail? Le news? Per la serie: dimmi cosa guardi e ti dirò che utente sei!

Sveglia iPhoneLo sapevate che ben il 58% degli utenti controlla la posta elettronica, come sua prima attività giornaliera? I motori di ricerca ed i portali occupano la seconda posizione con il 20%, mentre l’11% degli utenti si sveglia e controlla gli aggiornamenti su Facebook.

È stato dimostrato che l’azione informatica effettuata dagli utenti Internet al loro risveglio, indica dove è rivolta maggiormente la loro attenzione, per tutto il resto della giornata.
Da una ricerca svolta da ExactTarget si evince che gli utenti che iniziano la loro giornata controllando le mail, tenderanno a controllare maggiormente la posta elettronica, piuttosto che i post sui social network.
Gli utenti che iniziano la loro giornata partendo dal controllo delle mail, sono più orientati ad un’organizzazione della loro giornata in modo schematico, seguendo un ordine di compiti da svolgere, rispetto agli utenti che per prima cosa controllano i social network. Questa modalità operativa ricade anche sul comportamento di ogni utente nelle relazioni sui social coi brand. Che interagiscano o no con aziende online, gli utenti che controllano per prima cosa la posta elettronica tenderanno ad entrare in contatto con le aziende online, partendo dalla ricerca di promozioni, vantaggi o maggiori informazioni su un nuovo prodotto.

Internet al risveglio

Cosa fai appena accedi ad Internet la mattina? Controlli le news, accedi al tuo account Facebook o controlli la posta elettronica?

A differenza di questi utenti, quelli che si svegliano con caffè e Facebook tendono ad avere comportamenti e motivazioni più social; questo significa che tendono a delimitare in maniera ben ferma e controllata cosa è dentro o fuori il loro raggio di interessi. Di solito vedono Facebook come un mezzo corretto per distrarsi, svagarsi o dare supporto (I like it) ad un brand, limitandosi ad utilizzare le mail per ragioni di lavoro o di pura e semplice comunicazione.
Di conseguenza chi inizia la giornata con il check delle mail tende ad iscriversi a più newsletter aziendali, per seguire un prodotto specifico od un brand, mentre i Facebook addicted oltre a svegliarsi tra poke, post e foto degli amici, tendono a seguire le aziende diventando fan delle loro pagine su Facebook.

In parole povere, capendo cosa fanno i vostri clienti online quando si svegliano, riuscirete a comprendere anche dove concentrare maggiormente i vostri sforzi di web marketing e, soprattutto, che tono di linguaggio tenere nelle conversazioni, per ogni tipo di canale.
Oltre ai dati percentuali indicati all’inizio di questo articolo, dovrete comunque tenere in considerazione il vostro target specifico, in base al prodotto / servizio che vendete, all’età, il sesso ed il livello culturale.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.