3M campagna a 360°: Guerilla marketing + Social Media Marketing

Post-It grafica

La grafica di uno dei tanti Post-It disegnati per la campagna.

Mai sentito parlare di “Things We Forget”? È il nome di una campagna di marketing e di un blog della 3M. 3M, fino al 2002 chiamata Minnesota Mining and Manufacturing Company, è un’azienda multinazionale statunitense presente in tutto il mondo. Produce più di 75.000 prodotti, compresi: adesivi, abrasivi, laminati, protezioni antincendio, prodotti dentali, materiali elettrici, circuiti elettronici, pellicole ottiche e software per catene di montaggio. 3M opera in più di 60 paesi con 29 aziende produttive e 35 laboratori. I prodotti di 3M sono commercializzati attraverso i distributori ed i rivenditori in più di 200 paesi e acquistabili anche online. [3M – Wikipedia]

Tra tutti i prodotti della 3M sicuramente il Post-It è quello più noto e diffuso. Per questo mitico prodotto è stata ideata una semplicissima campagna che per molti si è rivelata essere per niente invasiva, a tal punto che molte persone non hanno compreso che sia una campagna di marketing!
La campagna, iniziata nel 2009 ed ancora attiva, è molto semplice. In giro per la città di Singapore sono stati appiccicati dei Post-It con delle frasi importanti, dei suggerimenti, delle massime o comunque frasi richiamanti le cose basilari ed il senso della vita. I Post-It sono stati trovati ovunque: porte, muri, metropolitana, aeroporto, strade, ecc.

La campagna vede poi un blog, http://thingsweforget.blogspot.com, con tutte le fotografie dei Post-It. Ad oggi il blog è seguito da oltre 24.610 persone, idem la pagina Facebook. L’account Twitter non svela affatto la presenza del brand 3M dietro all’idea ed i follower sono meno di 3.000. Le foto della campagna sono presenti anche su Flickr a questo link: http://www.flickr.com/photos/thingsweforget. Ecco che una semplice idea, la condivisione su un muro di una stazione di un pensiero tanto banale quanto profondo, in un attimo invade, seduce e persuade. L’ideatore è Joji Jacobs, che prima lavorava nell’agenzia BBDO ed ora nella DDB.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.