iTwin: la chiavetta USB per l’accesso remoto al tuo computer

iTwiniTwin è un comodo dispositivo, composto da due chiavette USB, che permette di accedere in remoto ai file presenti su un altro computer, semplicemente tramite una connessione ad Internet con la sicurezza del sistema di crittografia basato sull’algoritmo AES 256-bit.

Come funziona?

È sufficiente inserire le due metà di iTwin (intendo entrambe le chiavette) in una porta USB del computer prescelto come sorgente; una volta inserita la coppia di iTwin si deve semplicemente selezionare la lista di file e cartelle da rendere condivisibili in remoto (anche l’intero hard disk). Infine, è sufficiente staccare la seconda metà di iTwin e collegarla sul secondo computer. Immediatamente avrete su questo secondo computer l’intero accesso ai file precedentemente selezionati sul primo computer. Per gestire i file tra i due computer, sarà sufficiente effettuare il drag&drop. Chiaramente la gestione dei file è bidirezionale tra i due computer.

iTwin non memorizza nulla sulle due chiavette da cui è composto. Esso è infatti il sistema di trasferimento sicuro dei dati. Pertanto le capacità di storage, sono definite dagli hard disk dei due computer connessi.

Sicurezza

Nel caso di perdita di uno dei dispostitivi  iTwin, è possibile intervenire anche in remoto per disabilitare il dispositivo.
E’ anche possibile impostare una password in modo da limitare l’utilizzo di iTwin solamente alle persone autorizzate, rendendo quindi i propri accessi riservati.
L’algoritmo di crittografia AES 256-bit garantisce sicurezza nei trasferimenti dei file.

Requisiti di sistema

iTwin Vs Cloud storage

I due sistemi di sharing, iTwin e Cloud storage, messi a confronto.

Al momento iTwin è compatibile solamente con i PC equipaggiati con sistema operativo Microsoft Windows XP, Vista, 7 (32 e/o 64 bit), anche se a breve sarà disponibile pure la versione per Mac.

iTwin Vs Cloud storage

Nell’era del Cloud Storage ed a pochi giorni dalla presentazione del tanto chiacchierato iCloud di Apple, iTwin ci ricorda che ciò che è fisico è di certo più sicuro di ciò che è “solo” virtuale. Nella grafica riportata a fianco, possiamo vedere meglio quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei due sistemi messi a confronto, secondo l’azienda produttrice di iTwin. Di certo, per il momento, trovo forti limitazioni in questo sistema: possiamo mettere in comunicazione solo due computer. No Mac, no smartphone o tablet: al momento solo PC. Esistono forti limitazioni date dal fatto che entrambi i computer devono essere accesi per condividere i file (e non mi pare poco), cosa che invece non accade con i sistemi di cloud storage, come il gratuito DropBox.

Quanto costa?

Il prezzo è variabile, a seconda del punto vendita o dello store online. Per quel che ho visto, il costo si aggira sui 100-115 euro.
Costoso? Direi proprio di sì, considerando le limitazioni sopraccitate ed il fatto che ottimi concorrenti come Apple (iDisk) e DropBox la fanno al momento da padroni nel campo concorrente del cloud storage.

Per maggiori informazioni, visitate il sito inglese e quello italiano.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

4 pensieri su “iTwin: la chiavetta USB per l’accesso remoto al tuo computer

  1. La ringraziamo per la segnalazione relativa al nostro nuovo ed unico prodotto iTwin.
    Tuttavia ci teniamo ad effettuare alcune importanti precisazioni.
    FUNZIONAMENTO: iTwin dispone di una funzione di aggiornamento gratuita del software che gli consente costantemente e gratuitamente di arricchirsi di nuove caratteristiche e compatibilità.
    Tra unaa settimana circa sarà ad esempio possibile grazie alla funzione iTwin Multi collegare più iTwin allo stesso computer/server.
    Verrà rilasciata in seguiito la funzione cosiddetta Wake On Lan che permetterà di accendere da remoto un computer in rete.
    A fine mese uscirà la compatibilità con tutti i sistemi MAC OS ed a settembre con queli Android.
    Come detto queste implementazioni saranno gratuite ed utilizzabili con l’attuale hardware in commercio (inoltre ve ne saranno molte altre ancora ancora più interessanti).
    COSTI: il prezzo al pubblico consigliato iva inclusa è pari ad €99,00.
    Soluzioni come ad esempio il citato DropBox sono gratuite sino a 2GB di spazio (per avere maggore spazio si iniziano a pagare canoni a partire dai 100 dollari all’ANNO) ed inoltre gli attuali storage necessitano tutti di procedementi molto più lunghi sia intermini di installazione che di tempi di utilizzo.
    SICUREZZA: iTwin a differenza di tutti gli attuali sistemi standard di cloud storage offre NON solo una protezione di tipo software (AES-256bit) ma anche di tipo Hardware con l’utilizzo di Token con ID Univoco.
    Questo, insieme al fatto che con iTwin tutti i contenuti restano residenti presso il nostro HD, è una delle principali motivazioni per cui il nostro prodotto sta entrando in alcuni importanti aziende ed enti privati e pubblici dove il cloud incontra invece molte difficoltà.

  2. Grazie delle precisazioni!
    Per quel che riguarda il funzionamento, mi pare di capire che ci saranno ottime prospettive a breve. Entrambe le opzioni che avevo precedentemente criticato come mancanze saranno ora introdotte quindi.
    Sarebbe interessante saperne di più sulla funzione Wake On Lan! 😉 Qualsiasi computer collegato in rete può essere avviato mediante USB da remoto?
    È un’ottima notizia anche l’integrazione dei sistemi Mac ed Android! Vista la base Unix del Mac, sarà possibile in futuro l’utilizzo su sistemi Linux? Vi sono prospettive di sviluppo nel settore mobile? È prevista l’uscita sul mercato di una iTwin per iPhone o BlackBerry, un po’ come le App di DropBox e iDisk?
    Sul prezzo, ho visto però costi maggiori, fino a circa 115€, ma chiaramente questo non dipende da voi.
    Si sa già quanto costerà l’eventuale espansione di iTwin per altre macchine in rete? Con il cloud storage, il numero di dispositivi collegati non influisce sui costi (almeno nei prodotti consumer e non business); nel vostro caso presumo di sì.
    In realtà, con DropBox quanto lei dice è vero, ma va anche detto che posso gratuitamente ed all’istante utilizzare il cloud su qualsiasi computer sia grazie al mini software installato che grazie all’account sul sito https://www.dropbox.com. Infine, il limite gratuito dei 2GB può essere oltrepassato: invitando un amico all’utilizzo di DropBox, si guadagnano 250MB di spazio, fino ad un limite di 8GB. Certamente non è tanto, ma per molti è più che sufficiente.

    In generale, anche grazie alle precisazioni fatte, credo che il sistema iTwin si sia ritagliato una sua fetta di mercato, pur non contrastando con prodotti come iDisk di Apple o DropBox. Probabilmente il target è più business oriented, che consumer; come dire…c’è spazio per tutti! 😉

    Restando a completa disposizione di chiunque volesse commentare e/o criticare quanto finora scritto, ringrazio lo staff di iTwin Italia per il commento al mio articolo. A presto!

  3. Per quanto riguarda le compatibilità con i vari OS le confermiamo che stiamo lavorando oltre che per MAC OS ed Android anche per il supporto Linux (anche se su questo ultimo rilascio non abbiamo una data precisa ma sarà sicuramente entro la fine dell’anno).
    E’ in sviluppo anche una soluzione per iOS ma in questo momento non posso darle ulteiori indicazioni (sarà sicuramente disponibile in autunno).
    La risposta alla sua domanda circa il wake on lan è positiva.
    Gli aggiornamenti software saranno rilasciati in forma gratuita e compatibili con l’attuale hardware in commercio.
    Per quanto riguarda i costi relativi all’hardware poichè come le dicevo iTwin offre anche una protezione di tipo hardware, tramite Token, l’utente dovrà provvedere all’acquisto di un nuovo dispositivo.
    Circa le soluzioni cloud, come dropbox, sono comunque ed in ogni caso limitate, non solo a livello di utente non professionale, nello spazio a disposizione. Queste scelta è sempre definitia dal fornitore del servizio cloud a suo discrezione mentre con iTwin è a completa discrezione dell’utente senza alcuna imposizione.
    Ci tengo infine a sottolineare una volta come in termini di sicurezza, semplicità e rapidità iTwin offre un livello superiore rispetto a tutte le altre soluzioni attualmente sul mercato.