Da Pinterest a Pornterest

PornterestProbabilmente conoscete bene Pinterest, il social network delle immagini, ma forse non tutti sanno che come sempre la pornografia si è impadronita dell’idea e l’ha fatta propria con Pornterest! Praticamente identica alla piattaforma dalla “P” rossa, leader del momento nel mondo dei social network, Pornterest offre un’infinità di immagini hard.

A dire il vero si parla da settimane di alcune immagini osé presenti anche su Pinterest. Ne ha parlato persino Mashable in questo post, analizzando cosa e come si tutela il social network da certi imprevisti sui contenuti.

Pornterest pictureLa cosa che fa più sorridere è come Pornterest sia riuscito a bypassare per il momento il rigido controllo di Google Immagini, che di solito censura immagini spinte e XXX, soprattutto a causa della ricorsività con la quale certe immagini di PINterest siano collegate ad immagini di PORNterest e viceversa! In tutto questo c’è da chiedersi quanto abbia senso un Pornterest, dal momento in cui si trovi praticamente di tutto già sul social originale!

Una volta la pornografia era il vero leader di Internet. Ora che i leader si chiamano “social network” il porno ne clona le idee (e spesso pure il codice) per restare al passo con i tempi.
Prima di Pornterest sono stati lanciati diversi cloni di altre piattaforme, come i noti YouPorn e Faceporn, con relative e giuste denunce a seguito.

  • Facebook
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • HelloTxt
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Netvibes
  • NewsVine
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

Un pensiero su “Da Pinterest a Pornterest

  1. Pingback: Pinterest e le Aziende |